Osteopatia

Home | Osteopatia

Definizione di osteopatia data dalla “World Osteopathic Health Organization” (WOHO)

“L’osteopatia è un sistema affermato e riconosciuto di prevenzione sanitaria che si basa sul contatto manuale per la diagnosi e per il trattamento. Rispetta la relazione tra il corpo, la mente e lo spirito sia in salute che nella malattia: pone l’enfasi sull’integrità strutturale e funzionale del corpo e sulla tendenza intrinseca del corpo ad auto-curarsi.
Il trattamento osteopatico viene visto come influenza facilitante per incoraggiare questo processo di auto-regolazione.
I dolori accusati dai pazienti risultano da una relazione reciproca tra i componenti muscolo-scheletrici e quelli viscerali di una malattia o di uno sforzo.”

Come da definizione, l’Osteopatia è una filosofia metodologica manipolativa diagnostica, complementare alla medicina classica, che attraverso manipolazioni e manovre specifiche si dimostra efficace per la prevenzione, la valutazione ed il trattamento di disturbi che interessano non solo l’apparato neuro-muscolo-scheletrico ma anche il sistema viscerale (apparato gastroenterico, cardiocircolatorio, respiratorio e linfatico) ed il sistema cranio-sacrale (collegamento neuro-scheletrico esistente tra il cranio e le masse cerebrali con la colonna vertebrale ed il midollo fino all’osso sacro).

Essendo una medicina naturale che non prevede l’utilizzo dei farmaci si addice molto al trattamento di donne in gravidanza e bambini; l’osteopatia pediatrica infatti rappresenta uno dei maggiori campi di applicazione di questa filosofia, costituendo un valido supporto alle cure tradizionali ed alla medicina classica nel trattamento dei disturbi neonatali ed infantili come ad esempio coliche, stipsi, rigurgiti frequenti, difficolta nella deglutizione, difficoltà nella suzione, torcicollo miogeno congenito, reflusso gastroesofageo, plagiocefalia.

La professione osteopatica si dimostra efficace sia nell’ambito preventivo che di mantenimento dello stato di salute, oltre ad essere un valido contributo e supporto nella cura di molte affezioni patologiche. Valutata e studiata la mobilità complessiva del corpo e quella più specifica delle sue singole parti, individua le restrizioni dei movimenti fisiologici ed imposta un trattamento, avvalendosi di proprie e caratteristiche tecniche manuali.

Il mio percorso con l’Osteopatia

Conseguita la laurea in Fisioterapia ho avuto la fortuna di lavorare come assistente di una collega che stava ultimando la sua specializzazione in Osteopatia.

Inizialmente ero disorientato nel vederla concentrare la sua attenzione sulla ricerca e sul trattamento di quello che lei definiva “la causa primaria della patologia”, non lasciandosi condizionare o distrarre nella sua ricerca dal sintomo, considerato spesso fuorviante.

Questa esperienza mi ha permesso di cogliere qualcosa che fino ad allora mi era sfuggito: non sempre il sintomo coincide con la causa reale della malattia, anzi oseri dire che il sintomo rappresenta un campanello d’allarme che il sistema corpo emette per attirare l’attenzione su qualcosa che non va, ma quasi mai esso rappresenta la vera causa della patologia.

Questo modo di pensare e soprattutto questa nuova visione globale del corpo e dello stato di salute mi hanno a tal punto incuriosito da decidere di intraprendere il suo stesso percorso di studi, così nel giro di pochi mesi, fresco di laurea, decisi di iniziare un nuovo ed affascinante percorso che alla fine dei sei anni di studi mi avrebbe permesso di fregiarmi del titolo di Osteopata.